Detergente intimo: cos’è, quando, come e quale usare

Molte persone, ancora oggi, acquistano il detergente intimo senza sapere bene a cosa serve, come usarlo e soprattutto quale acquistare.

Erroneamente se ne compra spesso solo uno pensando che possa essere usato indistintamente da tutti i membri della famiglia, ma non è proprio così perché  tutto dipende dal pH fisiologico

Sciogliamo, allora, questi dubbi e prepariamoci a una scelta più consapevole e in linea con le esigenze di ognuno di noi.

 

Detergente intimo: che cos’è, a cosa serve e come sceglierlo

Il detergente intimo è un prodotto cosmetico o farmacologico per l’igiene dei genitali. Non altera il naturale pH intimo, protegge la flora batterica e aiuta a scongiurare infezioni, infiammazioni o altri disturbi intimi.

Aiuta, inoltre, a contrastare i cattivi odori e tenere alla larga le aggressioni da parte di agenti patogeni.

 

La scelta del detergente intimo

Per una corretta igiene dei genitali e preservarne la salute, è importante scegliere con attenzione il detergente intimo.

Il detergente intimo perfetto deve possedere:

  • proprietà antisettiche ed essere arricchito con sostanze come i sali di ammonio che consentono di attenuare bruciore e irritazione;
  • un’azione deodorante e rinfrescante che migliori il benessere della donna;
  • un potere lenitivo per mitigare la fastidiosa sensazione di secchezza che si presenta specie in menopausa.

Scegliere il proprio detergente intimo non è quindi cosa da poco e, nel dubbio, è sempre meglio farsi consigliare dal proprio medico e/o ginecologo.

Il detergente intimo giusto deve certamente rispettare il pH fisiologico e la flora batterica vaginale.

Ma, attenzione perché il pH cambia con l’età della donna. Durante l’età fertile, si aggira intorno a 3,5-4,5, mentre aumenta nell’infanzia e in menopausa.

Per questo motivo, è bene optare per un prodotto con un pH simile a quello vaginale e, dunque, acido durante il periodo fertile e neutro in menopausa e nel periodo pre-puberale.

Sono, quindi, necessari detergenti intimi dall’azione antisettica in gravidanza e in caso di perdite abbondanti, mentre bisogna scegliere prodotti dal potere antinfiammatorio quando si ricorre, per esempio, a metodi di contraccezione meccanica. In menopausa meglio optare, invece, per qualcosa che aiuti ad attenuare la secchezza

Attenzione poi alla formulazione: meglio evitare detergenti intimi contenenti tensioattivi e profumi che non rispettano la flora vaginale, riducono lo spessore della mucosa e possono scatenare reazioni allergiche.

Dopo aver visto come scegliere il detergente intimo in rapporto al proprio pH vaginale, non resta altro da fare se non affidarsi a prodotti di qualità come il Detergente Intimo di Adegua con Tea Tree Oil e Aloe Vera bio. Una formulazione a pH 5 che garantisce adeguata protezione giornaliera ed esercita un’azione antimicrobica naturale.

Il detergente intimo di Adegua deterge delicatamente, aiuta a evitare la formazione di cattivi odori, promuove il ripristino delle naturali difese fisiologiche e svolge un’azione purificante.

 

Come usare il detergente intimo?

L’igiene intima deve essere quotidiana, ma non per questo deve trasformarsi in un’ossessione.

Bisogna lavare le proprie parti intime ogni giorno, preferibilmente mattino e sera, prestando particolare attenzione dopo evacuazione, rapporti sessuali e attività sportiva.

Attenzione poi a come si procede. Bisogna sempre lavarsi dal davanti (vagina) all’indietro (retto) e non viceversa, passaggio importantissimo per ridurre il rischio di trasferire i batteri intestinali dall’area anale alla vaginale.

La stessa cura deve essere riservata alla fase di risciacquo che deve essere minuziosa per eliminare ogni traccia di detergente.

Attenzione poi a come si asciuga la pelle della zona vulvare. Meglio usare un asciugamano in cotone ricordandosi di tamponare la cute senza strofinarla perché si irriterebbe.

 

Conclusioni

Prendersi cura delle proprie parti intime è fondamentale per mantenerle in salute ed evitare la formazione di cattivi odori. A fare più attenzione devono essere le donne che, per loro anatomia, sono più soggette, rispetto agli uomini, a disturbi intimi come le cistiti.

Dunque, nelle nostre case non può proprio mancare il detergente intimo, ma occhio a quale che si sceglie perché ogni età ha le sue esigenze.

Per questo motivo, le donne in età fertile non possono usare il prodotto destinato a chi è in menopausa o in età pre-puberale.

Se cerchi un prodotto dalla delicata azione purificante e antimicrobica, dalle proprietà idratanti e protettive e che scongiuri la formazione di cattivi odori, scegli il Detergente intimo di Adegua con Tea Tree Oil e Aloe Vera bio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *